Posts Tagged ‘telefonia’

h1

Eddi Srl: e disdetta fu!

settembre 14, 2010
Penalty charge notice

Penalty charge notice - by Mr Tickle - Wachoo Wachoo Tribe Congressman (flickr)

E’ Fatta! Seguita la procedura dell’articolo precedente, mi è arrivata la raccomandata di Santander che mi comunica la sospensione del Rid. Hanno fatto tutto loro, controllando in banca il RID è sparito. Inoltre sulla lettera mi scrivono anche di comunicargli le coordinate del conto su cui restituire il maltolto.

Annunci
h1

Eddi Srl, disdire forse si può

giugno 28, 2010
Judge using his gavel

Judge using his gavel - by IXQUICK via flickr

Il problema più grosso se avete la immensa sfortuna di avere a che fare con quei truffatori di Eddi Srl, è che è praticamente impossibile disdire il loro contratto.

Perché? Molto semplice, la truffa è talmente ben articolata. Quando sottoscrivi il loro servizio sei obbligato ad aprire un finanziamento con la banca Santander. A tuo nome. Dell’importo di 40€/mese.

In sostanza loro si beccato tutti i soldi e subito e tu sei costretto a pagare per tutti e tre gli anni. Non importa se il servizio esista o meno. A meno che non si voglia bloccare il RID della Santander e finire quindi ne registro dei pretesti. Non è una cosa simpatica.

Questi malfattori sono talmente al limite della legalità da aver suscitato “le curiosità” della federconsumatori di Pavia. Anche loro hanno scritto un articolo parlando decisamente male di Eddi: Attenzione ai collegamenti internet via Wirless – Diffidate dai venditori poco onesti.

Lo hanno scritto dopo le innumerevoli telefonate di tanti utenti disperati come me. Per vedere se c’era un modo quanto meno di smettere di pagare il finanziamento. Non chiediamo di riavere indietro i soldi. Si può!

E’ una cosa lunga come al solito per chi abita in un paese dove i ladri sono avvantaggiati.

Basta recarsi presso gli uffici della federconsumatori di pavia, muniti di tutti i documenti relativi ad eddi e raccontare loro le nostre disavventure. Loro a valle dell’adesione alla federazione, scriveranno le lettere e cureranno a livello legale la cosa.

L’associazione costa 45€/anno. E’ l’equivalente di una rata di eddi. Tuttavia ne vale la pena se poi si riesce a chiudere il finanziamento.

In sostanza funziona così:

Raccomandata A/R ad Eddi Srl e Santander dove si richiede di recedere il servizio in base al decreto xyz per via degli innumerevoli disservizi.

Se eddi ritira la raccomandata e risponde, risponde che non è colpa loro. Santander risponde sicuramente che lei ha solo un finanziamento e non centra nulla con i servizi di eddi.

A questo punto si passa al corecom per una conciliazione. Questi risponderà che la Eddi Srl non è iscritta al registro delle telecomunicazione e percui l’ente non può conciliare.

Si passa a questo punto al giudice. Il quale a quanto dicono alla federconsumatori, dovrebbe dare mandato giuridico che il finanziamento è legato al servizio e che senza servizio non sussiste il finanziamento e quindi Santander è costretta a chiudere il nostro finanziamento.

Santander si potrà rivalere su eddi per avere indietro i soldi. Ma questi saranno fatti loro.

h1

eddi: no telefono, no connessione…

giugno 21, 2010
out of order

out of order by lovestruck via flickr

Siamo alle solite. Sono oramai 3 settimane che sono senza telefono e senza connessione. Provo a chiamare quei truffatori di eddi srl e non rispondono mai. Quando rispondono è perché ti sbattono il telefono in faccia.

Saltuariamente sono anche riuscito a parlarci (a volte i tecnici, a volte il commerciale) e tutte le volte non hanno apportato scuse (le avranno finite?), si facevano dare il numero dicendomi che mi avrebbero richiamato. Naturalmente non mi ha mai richiamato nessuno.

Vorrei vederli in gabbia questi truffatori.

Sono anche andato sotto il loro ufficio in quel di Sant’Alessio con Vialone. A parte la gentil donzella che lavora lì vicino alle 10.00 AM non c’era già nessuno.

Per la cronaca qui di seguito il loro ufficio. Se qualcuno vuole andarci a protestare

h1

Rimborsi telecom. Ciak 2!

giugno 21, 2009

Tempo fa scrissi a proposito di un fax che mandai a telecom riguardo ad un rimborso per continui disservizi sulla linea base.

Bene, mi hanno risposto a mezzo lettera che otterrò un rimborso (a mezzo credito in bolletta) di più o meno 50€ (non ricordo bene l’importo).

Tempestate di fax per avere rimborsi. Deve fallire quella società monopolista che offre solo furti e disservizi.

h1

[eddi.it] cocco bello! cocco fresco!

giugno 14, 2009

Cocco Bello! Cocco Fresco!

Questo dovrebbero fare quelli di Eddi.it: andare a vendere cocco in spiaggia. Forse gli riuscirebbe ma comincio a dubitarne.

Le prime impressioni di pressapochezza di servizio erano fin ottimistiche.

Dopo i vari disguidi precedentemente segnalati, di addebiti anticipati e tecnici che non chiamano, sono finalmente riuscito ad ottenere un appuntamento con i tecnici: 14 Maggio 2009. Così prendo ferie io ed il vicino di condominio con l’accesso al tetto.

I tecnici erano attesi per le 9 AM. Alle 10 chiamo il servizio clienti per avere chiarimenti visto che ancora nessuno si era visto o fatto sentire. Mi viene risposto tra una scusa e l’altra che erano in ritardo e che sarebbero arrivati “tra 5 minuti”. Alle 10.30 suonano il campanello. Andiamo tutti insieme dal vicino il quale ci apre gentilmente il tetto e loro salgono a lavorare. Mentre chiacchero, ricevo una chiamata dal servizio clienti di eddi.it. Si scusano enormemente perché la partita di antenne che hanno ricevuto è guasta e quindi non possono attivare la connessione.

Come scusa? Non ho capito!

Sì, avevo capito bene. In sostanza, tra una madonna e l’altra sono rimasto a casa in ferie inutilmente, i tecnici torneranno venerdì 22 Maggio. Speriamo che siano puntuali e che abbiamo l’attrezzatura funzionante. Nel mentre ho avuto 1 mese gratis per via dei continui disguidi.

Ho avuto modo di parlare con altre persone in paese che hanno la connettività di questi barlafus, e pare che il servizio medio sia proprio questo.

Se solo avessi alternative avrei già chiuso tutto. Comunque ancora un singolo disservizio ed è meglio rimanere senza connettività che avere tutti questi problemi.

Società come queste dovrebbero sparire prima ancora di nascere.

Mi prono e continuo con i miei sproloqui di saracche.

h1

Rimborsi telecom?

giugno 1, 2009

Essendo oramai arrivato alla quarta giornata non consecutiva, nell’arco di un mese, in cui la linea del telefono non esiste, chiamo per l’ennesima volta il 187.

Dopo la solita decina di minuti di attesa, riesco a parlare con l’operatore e questa volta ho un tono decisamente alterato.

Così apro l’ennesima chiamata per sistemare la linea e chiedo come fare per avere un rimborso per il disservizio. La risposta è stata di mandare un fax all’ufficio reclami (803 308 187).

Casualmente questa volta mi chiama anche un tecnico che mi racconta qualcosa di condense e cavi ossidati sulla mia linea e che ora dovrebbe essere a posto.

Grazie mille, ma per forza alla quarta chiamata dovete uscire a controllare la linea?

Staremo a vedere se per caso otterrò una qualche forma di rimborso.

h1

Banda larga e vita stretta

maggio 25, 2009

Vivo  uno di quei paesini del nord Italia (Lombardia) dove, grazie al monopolio di telecom, la banda larga non arriva.

Così, sono stato costretto a cercare alternative WDSL al posto della classica ADSL.

I primi che sentii furono quelli di Pavia Network. Arrivarono in pompa magna con volantini nelle cassette degli utenti e tanto di riunione negli spazi della parrocchia con assieme il Sindaco del paese. Noi qui, noi lì, noi sù, noi giù… il segnale non arriva. Il paese è circondato da alberi più alti del ripetitore e delle case (il mio condominio è il più alto del paese, 2 piani) che bloccano il 100% del segnale.

Poi venne il tempo di NGI con il loro servizio eolo. Grande stima per questa azienda che è l’unica in Italia a dare banda minima garantita. Stavo già esultando quando un indagine di sopralluogo ha detto che da tutti e 3 i ripetitori che coprono il paese, il segnale non arriva per via degli alberi.

Infine venne eddi (Eliminating Digital Divide Internationally). Il loro sito è brutto, con elementi di prova visibili al pubblico che denotano una pressapochezza di servizio. Chissenefrega, sono disposto a tutto pur di potermi staccare da Telecom e non pagare più il canone per un disservizio come il loro. Comunque anche loro sono arrivati con volantini nelle cassette delle lettere.

Li contatto e fisso un appuntamento con la commerciale. Questa arriva, molto gentile. Le faccio presente che fino ad ora tutti i tentativi di WDSL sono andati male per via degli alberi, ma lei sostiene che non ci sono problemi, che loro hanno come obiettivo di eliminare il “digital divide”. Effettivamente il ripetitore sembra vedersi dal tetto del condominio.

Così, in data 2 Aprile 2009 firmo il contratto. La signorina molto gentilmente mi dice che verrò contattato da un tecnico entro 30 giorni lavorativi, poiché è questo che prevede il loro contratto. Le faccio presente che il condominio non ha un accesso pubblico dal tetto e che dovendo passare dall’appartamento del vicino, ho bisogno di una settimana di preavviso per organizzare gli appuntamenti di lavoro miei, del vicino e del tecnico.

Prende nota e dice che non ci sono problemi.

Ad oggi, 29 Aprile 2009 non ho ancora ricevuto uno stralcio di telefonata, ed i 30 giorni lavorativi scadono il 18 Maggio.

Ho un presentimento e comincio a pronarmi all’inevitabile…