Posts Tagged ‘milano’

h1

Sciopero ATM e guasti

maggio 15, 2009

…si informano i signori viaggiatori che causa guasto alla stazione Cassina de Pecchi, la circolazione treni in linea 2 subisce ritardi in tutte le direzioni…

Già oggi c’è sciopero perché farci mancare anche il guasto?

Dio perché ce l’hai con i lavoratori milanesi?

h1

Sciopero ATM

maggio 11, 2009
VENERDI 15: SI FERMANO I COBAS

Servizio regolare fino alle 8,45 e dalle 15 alle 18
Possibili soppressioni e disagi nelle fasce di sciopero

Venerdì 15 maggio, le Confederazioni e Organizzazioni CUB, AL COBAS e USI hanno indetto uno sciopero generale di 24 ore. Contestualmente le Organizzazioni Sindacali CUB Trasporti, Cobas Lavoro privato e SLAI COBAS hanno dichiarato uno sciopero nazionale del trasporto pubblico locale.
Le modalità di adesione variano da città a città. A Milano per metro, bus e tram saranno possibili astensioni e disagi dalle 8,45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio.
Come di consueto ATM attiverà l’Infomobilità e i livelli di servizio per il trasporto di superficie e nelle metropolitane saranno comunicati in tempo reale attraverso annunci sonori, messaggi sui display delle paline e pensiline di fermata e sui video presenti nelle stazioni del metrò e a bordo dei bus. Costantemente aggiornate le emittenti radiofoniche.

Fonte: atm-mi.it

h1

Osaka

marzo 16, 2009

Sono un maniaco del Sushi. Posso ingollarmene quantità industriali ed è uno dei pochi lussi che mi permetto.

Detto questo, io e la mia compagna decidiamo di portare i Suoceri (genitori di Lei) dal rinomato Osaka.

Il pesce era veramente ottimo. Di migliori effettivamente non ne ho mai trovati ed anche il sushi era preparato a dovere. Il prezzo per un menù a pranzo era di 25€ (bevande escluse).

Veniamo ora al peggio. A ciò che mi fa dire: non andate mai da Osaka. L’ambiente è scadente: i muri sono sporchi, scrostati, perdono i pezzi e se si guarda bene si vedono ragnatele e sporco cumulato per terra.

Il servizio è lento e non capisce l’italiano (direi neanche il giapponese). Ci hanno fatto attendere un 15 minuti per sederci (era tutto vuoto), una ventina per portarci i menù ed un altra decina per passare a prendere l’ordinazione. Il sushi è arrivato un buon 20 minuti dopo l’ordinazione.

Finito il sushi buono ma veramente poco, avevo ancora decisamente fame, così fermo la cameriera (giapponese) che sembrava far di tutto per ignorarci e le chiedo: 3 temaki al tonno. Ci arrivano 4 gelati al té verde. Ci guardiamo dubbiosi, e cominciamo a mangiarlo, tanto era compreso nel menù. Dopo un po’ che non arriva nulla la riblocco e le richiedo 3 temaki al tonno. Risultato 4 caffé di cui 3 macchiati.

Ora io posso capire l’assonanza macchiati -> temaki ma che diamine è giapponese! Non ti può neanche sorgere il dubbio di 3 macchiati al tonno?

Fatto presente la cosa in cassa ci hanno risposto che gli dispiaceva ma la cucina era chiusa e non potevano fare più pesce… ma non era crudo il sushi? E quel pesce lì sul banco? E quel riso lì accanto?

Vabbè pietra tombale anche su questo cesso di “ristorante”. Se mi fate pagare un prezzo di base di 25€ voglio il meglio.

Se volete mangiare un buon sushi, con un rapporto qualità prezzo veramente ottimo (è comunque caro) andate a Pavia, all’asahi. In due ci riempiamo decisamente e copreso bevande (e sakè offerto) spendiamo 50-60€. Il servizio è ottimo e l’ambiente confortevole.

h1

Ancora ritardi e guasti

febbraio 16, 2009

Sarà un caso ma da quando l’ATM annuncia che hanno potenziato i loro servizi nel nord Milano, pare che le probabilità di guasti e ritardi sia aumentata. Anche oggi (30 Gennaio 2009), sono rimasto fermo 10 minuti alla fermata prima dell’ufficio, poi l’autista della metrò ha detto di scendere che c’era un guasto ed aspettare quello dopo. Poi dopo un po’ è arrivato il treno successivo (ovviamente pieno).

Ah, se solo si potesse richiedere il rimborso per i ritardi. Sarebbe molto semplice. Per esempio 10 minuti di ritardo sul mio percorso di 30 giornaliero inficia grosso modo del 30%. Ergo, io gradirei avere rimborsato (anche in buoni viaggio), il 30% del costo del biglietto.

Mi prono e sto pure zitto… 🙂

h1

Le carte di ATM

dicembre 22, 2008

L’atm (Azienda Trasporti di M###a) di Milano è una di quelle cose che se potessi brucerei per ricreare in maniera funzionante.

Avendo preso l’auto nuova mi trovo costretto per un paio di anni a pagare il pizzo per i parcheggi di corrispondenza altrimenti tra rimozioni, multe e furti l’auto non dura più di un mese. Così mi sono fatto la bellissima tessera ultrafiga con tanto di foto per entrare nei loro parcheggi. Sono tutti non custoditi e non si assumono responsabilità, ma tu paghi per avere il posto auto…

La prima fregatura. Un tempo dovevi andare il mercoledì in edicola a prendere la tesserina magnetica (usa e getta) che ti garantiva l’abbonamento avendo così il parcheggio (non garantito, i posti sono meno dei biglietti distribuiti) a soli 6.20€ per 6 giorni a settimana (Lun-Sab) dalle 7.00 alle 20.00. Ora hanno fatto la tessera ricaricabile dove tu vai alla macchinetta e ricarichi. Tutto bello se non per il fatto che secondo me il rapporto parcheggi/abbonamenti è ancor meno rispettato. In compenso pensavo che fosse possibile poter caricare la tessera per il parcheggio settimanale delle due prossime settimane. Per esempio se Lunedì 8 Dicembre so che la settimana dal 22 al 27 Dicembre sarò al lavoro, e sono in prossimità di una macchinetta ricarico e non ci penso più. Invece no! Sarebbe stato troppo intelligente e poco furbo. Invece puoi ricaricare la sosta solo dal Mercoledì alla Domenica per la settimana successiva. E se come me non sei di Milano e non sei in zona macchinetta, devi per forza andare in questo arco di tempo altrimenti ti ritrovi a pagare 2.10€ al giorno.

Altra chicca, io non posso, per esempio, ricaricare la sosta al parcheggio di Romolo trovandomi a quello di Famagosta…

Infine. L’atm non ti permette di pagare biglietti singoli con carte di credito ma solo bancomat e contanti. Dicono che ciò non si applica agli abbonamenti. In effetti quando ho ricaricato la sosta non mi ha vietato la carta di credito. Chissà perché però mi ha fallito la transazione della carta ma ha tenuto buona quella del bancomat.

Mi prono ancora in funzione di disservizi che sono obbligato (come moltri altri) ad utilizzare