Posts Tagged ‘banda larga’

h1

eddi.it primi resoconti

giugno 7, 2009

5 Maggio 2009. Ancora i tecnici di eddi non mi hanno contattato. Tuttavia grazie all’accesso web della banca, scopro di avere un addebito nuovo tramite RID di 45.50€.

Non avendo nessun altro rid nuovo in arrivo a parte quello della futura wdsl, so che è il loro. Per scrupolo tuttavia, chiamo la banca e mi dicono che è proveniente dalla società santander. Bingo, sono quelli della wdsl. Il sintomo di pressapochismo e trascuratezza sta diventando quello di cerchiamo di fregarti.

Così la situazione si complica: ho ricevuto un addebito senza avere un servizio e per di più dell’importo sbagliato. Infatti il contratto dice che l’importo mensile dovrebbe essere di 39.50€ al mese non 45.50€.

Prendo il mio bel telefono e chiamo i ricottari (senza voler offendere la categoria) che venderebbero connettività. Rimangono stupiti del fatto che non sono ancora stato contattato e del fatto che abbia ricevuto un addebito non dovuto.

Mi storneranno i 39.50€ di addebito, il tecnico esce giovedì prossimo e mi hanno spiegato la differenza di costi. In sostanza loro vendono il servizio a 39.50, a questi vanno aggiunti 1.50/60 di spese da parte degli altri ladri di santander ed infine l’ultimo furto (una-tantum fortunatamente) di tassa governativa.

La cosa si fa sempre più un inculata. Vedremo se almeno la connettività merita o meno. Per il momento la cura del cliente è pessima.

h1

Banda larga e vita stretta

maggio 25, 2009

Vivo  uno di quei paesini del nord Italia (Lombardia) dove, grazie al monopolio di telecom, la banda larga non arriva.

Così, sono stato costretto a cercare alternative WDSL al posto della classica ADSL.

I primi che sentii furono quelli di Pavia Network. Arrivarono in pompa magna con volantini nelle cassette degli utenti e tanto di riunione negli spazi della parrocchia con assieme il Sindaco del paese. Noi qui, noi lì, noi sù, noi giù… il segnale non arriva. Il paese è circondato da alberi più alti del ripetitore e delle case (il mio condominio è il più alto del paese, 2 piani) che bloccano il 100% del segnale.

Poi venne il tempo di NGI con il loro servizio eolo. Grande stima per questa azienda che è l’unica in Italia a dare banda minima garantita. Stavo già esultando quando un indagine di sopralluogo ha detto che da tutti e 3 i ripetitori che coprono il paese, il segnale non arriva per via degli alberi.

Infine venne eddi (Eliminating Digital Divide Internationally). Il loro sito è brutto, con elementi di prova visibili al pubblico che denotano una pressapochezza di servizio. Chissenefrega, sono disposto a tutto pur di potermi staccare da Telecom e non pagare più il canone per un disservizio come il loro. Comunque anche loro sono arrivati con volantini nelle cassette delle lettere.

Li contatto e fisso un appuntamento con la commerciale. Questa arriva, molto gentile. Le faccio presente che fino ad ora tutti i tentativi di WDSL sono andati male per via degli alberi, ma lei sostiene che non ci sono problemi, che loro hanno come obiettivo di eliminare il “digital divide”. Effettivamente il ripetitore sembra vedersi dal tetto del condominio.

Così, in data 2 Aprile 2009 firmo il contratto. La signorina molto gentilmente mi dice che verrò contattato da un tecnico entro 30 giorni lavorativi, poiché è questo che prevede il loro contratto. Le faccio presente che il condominio non ha un accesso pubblico dal tetto e che dovendo passare dall’appartamento del vicino, ho bisogno di una settimana di preavviso per organizzare gli appuntamenti di lavoro miei, del vicino e del tecnico.

Prende nota e dice che non ci sono problemi.

Ad oggi, 29 Aprile 2009 non ho ancora ricevuto uno stralcio di telefonata, ed i 30 giorni lavorativi scadono il 18 Maggio.

Ho un presentimento e comincio a pronarmi all’inevitabile…