Posts Tagged ‘wdsl’

h1

eddi ed il dhcp

luglio 12, 2009

Fin da quando ho la connessione ho avuto sempre un po’ di problemi per reperire l’indirizzo dal dhcp. Pareva che non arrivasse correttamente. Così indagando scopro che i primi tentativi restituiscono ip di classe 192.168 (errata), i secondi di classe 10.0 (errata) ed infine quella di 10.10 (corretta).

Chiamo il servizio tecnico specificando che il comportamento lo ottengo con 3 sistemi operativi differenti (Debian GNU/Linux, MacOSX e Windows), e dicendo anche gli indirizzi dei server dhcp che mi offrono indirizzi di classi sbagliate. Dopo un po’ di titubanza del tecnico che insisteva nel volermi far controllare la configurazione di windows, ha desistito dicendo che dovrà sentire il suo capo-tecnico e mi farà sapere.

Mi prono e mi chiedo sempre cosa abbia fatto di male per meritarmi tutto questo.

Psssssss! E’ arrivato il router! 🙂

Annunci
h1

E alla fine arriva eddi

luglio 5, 2009

Ed alla fine, in data 22 Aprile 2009, sono diventato possessore di una connessione a banda larga.

Peccato che si siano dimenticati di portarmi il VoIP e quindi a tutti gli effetti sono al momento munito di solo metà del servizio. Non lo hanno portato in quanto sono a corto di apparati che dovrebbero arrivare in due settimane. Speriamo bene.

Le prime impressioni non sono malaccio. La connettività http, ftp, smtp si aggira sui 200-300Kpbs stabili, mentre purtroppo il p2p sembra decisamente filtrato. Infatti faccio fatica a fargli superare il 60Kpbs.

La connessione è dietro NAT: nessun IP pubblico. Ergo non posso accedere alla mia macchina da remoto, ma questo aumenta anche la sicurezza in quanto questa è esposta solo alla rete interna Eddi invece che tutta internet.

Ho provato a lavorare da casa e ci riesco tranquillamente.

In sostanza un voto di sufficiente per questa connessione. Purtroppo il filtro di banda sul p2p fa perdere molti punti.

Nel caso in cui ve lo stiate chiedendo con p2p non intendo che scarico film piratati o similari, ma semplicemente mi piacerebbe poter sfruttare appieno questo protocollo (nel caso torrent), per diminuire il carico dei server per esempio quando scarico i DVD di debian.

h1

[eddi.it] cocco bello! cocco fresco!

giugno 14, 2009

Cocco Bello! Cocco Fresco!

Questo dovrebbero fare quelli di Eddi.it: andare a vendere cocco in spiaggia. Forse gli riuscirebbe ma comincio a dubitarne.

Le prime impressioni di pressapochezza di servizio erano fin ottimistiche.

Dopo i vari disguidi precedentemente segnalati, di addebiti anticipati e tecnici che non chiamano, sono finalmente riuscito ad ottenere un appuntamento con i tecnici: 14 Maggio 2009. Così prendo ferie io ed il vicino di condominio con l’accesso al tetto.

I tecnici erano attesi per le 9 AM. Alle 10 chiamo il servizio clienti per avere chiarimenti visto che ancora nessuno si era visto o fatto sentire. Mi viene risposto tra una scusa e l’altra che erano in ritardo e che sarebbero arrivati “tra 5 minuti”. Alle 10.30 suonano il campanello. Andiamo tutti insieme dal vicino il quale ci apre gentilmente il tetto e loro salgono a lavorare. Mentre chiacchero, ricevo una chiamata dal servizio clienti di eddi.it. Si scusano enormemente perché la partita di antenne che hanno ricevuto è guasta e quindi non possono attivare la connessione.

Come scusa? Non ho capito!

Sì, avevo capito bene. In sostanza, tra una madonna e l’altra sono rimasto a casa in ferie inutilmente, i tecnici torneranno venerdì 22 Maggio. Speriamo che siano puntuali e che abbiamo l’attrezzatura funzionante. Nel mentre ho avuto 1 mese gratis per via dei continui disguidi.

Ho avuto modo di parlare con altre persone in paese che hanno la connettività di questi barlafus, e pare che il servizio medio sia proprio questo.

Se solo avessi alternative avrei già chiuso tutto. Comunque ancora un singolo disservizio ed è meglio rimanere senza connettività che avere tutti questi problemi.

Società come queste dovrebbero sparire prima ancora di nascere.

Mi prono e continuo con i miei sproloqui di saracche.

h1

eddi.it primi resoconti

giugno 7, 2009

5 Maggio 2009. Ancora i tecnici di eddi non mi hanno contattato. Tuttavia grazie all’accesso web della banca, scopro di avere un addebito nuovo tramite RID di 45.50€.

Non avendo nessun altro rid nuovo in arrivo a parte quello della futura wdsl, so che è il loro. Per scrupolo tuttavia, chiamo la banca e mi dicono che è proveniente dalla società santander. Bingo, sono quelli della wdsl. Il sintomo di pressapochismo e trascuratezza sta diventando quello di cerchiamo di fregarti.

Così la situazione si complica: ho ricevuto un addebito senza avere un servizio e per di più dell’importo sbagliato. Infatti il contratto dice che l’importo mensile dovrebbe essere di 39.50€ al mese non 45.50€.

Prendo il mio bel telefono e chiamo i ricottari (senza voler offendere la categoria) che venderebbero connettività. Rimangono stupiti del fatto che non sono ancora stato contattato e del fatto che abbia ricevuto un addebito non dovuto.

Mi storneranno i 39.50€ di addebito, il tecnico esce giovedì prossimo e mi hanno spiegato la differenza di costi. In sostanza loro vendono il servizio a 39.50, a questi vanno aggiunti 1.50/60 di spese da parte degli altri ladri di santander ed infine l’ultimo furto (una-tantum fortunatamente) di tassa governativa.

La cosa si fa sempre più un inculata. Vedremo se almeno la connettività merita o meno. Per il momento la cura del cliente è pessima.

h1

Banda larga e vita stretta

maggio 25, 2009

Vivo  uno di quei paesini del nord Italia (Lombardia) dove, grazie al monopolio di telecom, la banda larga non arriva.

Così, sono stato costretto a cercare alternative WDSL al posto della classica ADSL.

I primi che sentii furono quelli di Pavia Network. Arrivarono in pompa magna con volantini nelle cassette degli utenti e tanto di riunione negli spazi della parrocchia con assieme il Sindaco del paese. Noi qui, noi lì, noi sù, noi giù… il segnale non arriva. Il paese è circondato da alberi più alti del ripetitore e delle case (il mio condominio è il più alto del paese, 2 piani) che bloccano il 100% del segnale.

Poi venne il tempo di NGI con il loro servizio eolo. Grande stima per questa azienda che è l’unica in Italia a dare banda minima garantita. Stavo già esultando quando un indagine di sopralluogo ha detto che da tutti e 3 i ripetitori che coprono il paese, il segnale non arriva per via degli alberi.

Infine venne eddi (Eliminating Digital Divide Internationally). Il loro sito è brutto, con elementi di prova visibili al pubblico che denotano una pressapochezza di servizio. Chissenefrega, sono disposto a tutto pur di potermi staccare da Telecom e non pagare più il canone per un disservizio come il loro. Comunque anche loro sono arrivati con volantini nelle cassette delle lettere.

Li contatto e fisso un appuntamento con la commerciale. Questa arriva, molto gentile. Le faccio presente che fino ad ora tutti i tentativi di WDSL sono andati male per via degli alberi, ma lei sostiene che non ci sono problemi, che loro hanno come obiettivo di eliminare il “digital divide”. Effettivamente il ripetitore sembra vedersi dal tetto del condominio.

Così, in data 2 Aprile 2009 firmo il contratto. La signorina molto gentilmente mi dice che verrò contattato da un tecnico entro 30 giorni lavorativi, poiché è questo che prevede il loro contratto. Le faccio presente che il condominio non ha un accesso pubblico dal tetto e che dovendo passare dall’appartamento del vicino, ho bisogno di una settimana di preavviso per organizzare gli appuntamenti di lavoro miei, del vicino e del tecnico.

Prende nota e dice che non ci sono problemi.

Ad oggi, 29 Aprile 2009 non ho ancora ricevuto uno stralcio di telefonata, ed i 30 giorni lavorativi scadono il 18 Maggio.

Ho un presentimento e comincio a pronarmi all’inevitabile…